4 Luminescenza

Minerali Fluorescenti esposti alla luce UV. L'elenco dei minerali è lo stesso riportato nella foto in basso (anche stesso ordine)

   La  Luminescenza  

La luminescenza è la proprietà che hanno alcuni minerali di emettere luce, in particolari circostanze (ovvero se in vario modo sollecitati)

 

I tipi di sollecitazione sono diversi e l’uno non esclude l’altro; i principali, in sintesi sono:

 

 - riscaldamento: quando la pietra scaldata diventa luminescente(es.: Celestina, Agata, Apatite)

 - sollecitazione meccanica,  ad es. lo sfregamento rende la pietra luminescente(es.: Fluorite,    Blenda, Lepidolite)

 - sollecitazione tramite lampade UV (es.: es.: Rubino, Aragonite, Fluorite, Calcite, Stronzianite, Autunnite, Dolomite, Willwermite, Benitoite)

   In questo caso il minerale  irraggiato da luce invisibile(UV con una lunghezza d’onda determinata), riflette luce visibile (quindi una lunghezza d’onda diversa) .

   Il fenomeno per essere apprezzato bene deve svolgersi al buio.

 

A seconda della luminescenza ottenuta distinguiamo:

 

 - fluorescenza: (parola derivante dal minerale Fluorite, fluorescente quindi per eccellenza) quando la luminosità cessa con il cessare della circostanza che la ha causata (es.: sollecitazione ai raggi UV)

- fosforescenza: quando la luminescenza continua anche dopo la sollecitazione che la ha causata (es.: sollecitazione causata dalla luce o dalla corrente elettrica)

- luminescenza ai raggi X: l’esposizione ai raggi X è utilizzata per distinguere le perle naturali (non luminescenti) da quelle coltivate(luminescenti). Tuttavia le qualità migliori di perle coltivate non riescono più ad essere distinguibili da quelle naturali utilizzando questo metodo.

 

Il fatto che un minerale sia luminescente, in determinate circostanze, non significa che anche tutti minerali dello stesso tipo debbano esserlo e soprattutto non in egual misura.

 

Dal punto di vista delle Scienze Fisiche la Fluorescenza può essere spiegata brevemente in questo modo:

I fotoni della luce ultravioletta invisibile eccitano gli atomi e le molecole della pietra fluorescente.

In particolare gli atomi, assorbendo l'energia della luce incidente, fanno passare i propri elettroni ad una orbita superiore.

Questi, però, tendono a tornare immediatamente nella loro posizione di originario equilibrio.

Quindi, per tornare ad un'orbita inferiore, devono cedere energia sotto forma di luce, che però avrà una lunghezza d'onda diversa (quindi luce visibile), rispetto a quella assorbita inizialmente.

   Minerali Fluorescenti esposti alla luce normale da interni. Nell'ordine da sinistra a destra in alto:Fluorite, Aragonite, Autunnite-torbenite,Rubino; in basso:Stronzianite,Fluorite,Dolomite,Autunnite. 

 
 
ordina per
ordina per